IL SILENZIO DEI VIVI

Per non dimenticare la shoah. (E. Springer, Il silenzio dei vivi, Marsilio Editore) Per non dimenticare. Elisa Springer nacque a Vienna il 12 febbraio 1918. Figlia unica di una famiglia viennese era anche ebrea, benestante e serena. Le fiabe, in genere, raccontano di fanciulle che da poverelle della vita diventano principesse onorate ed amate; in questo libro si racconta la storia ‘vera’ di una bimba prima e di una fanciulla poi, dall’esistenza ‘dorata’, che verrà ‘segnata’ per sempre, nel corpo e nello spirito, dalla disumana esperienza delle torture nei campi di sterminio nazisti durante la seconda guerra mondiale.   Elisa, appartenente ad una famiglia dalle nobili origini, ci racconta, con tenerezza e…

In Country Brand

Può un Paese essere valutato nella sua globalità? Può la percezione che si ha di esso all’estero influenzare le scelte di politica economica e sociale che lo riguardano? Oggi, sempre più, la risposta a questi quesiti è affermativa. E’ il concetto di Country Brand. Ogni Paese può essere “misurato” in base ad indici condivisi come la libertà politica, l’attenzione all’ambiente, la libertà d’espressione, la legalità, le opportunità di lavoro, il sistema scolastico, l’attrazione degli investimenti, il sistema sanitario, la tecnologia avanzata, ecc. Secondo la classifica 2012-2013 realizzata dall’agenzia di marketing internazionale Future Brand, su 118 Paesi presi in considerazione, l’Italia figura al 15° posto. Al primo brilla la Svizzera che colpisce gli…

L ’occhio bionico ormai è realtà …

Alzarsi ogni mattino come tutti gli altri, come i famigliari, gli amici, gli abitanti del tuo quartiere, della tua città, ma con una piccola grande differenza: non puoi vedere la luce ed i colori che appartengono alle cose e alle persone che tocchi, assapori, ami. E’ la condizione quotidiana con cui è abituato a confrontarsi il non vedente.

L’Università “La Sapienza” prima al mondo per studi classici e storia antica

Nel QS World University Rankings 2019 le università italiane occupano il 3° posto in Europa dopo Regno Unito e Germania. A svettare, oltre a “La Sapienza” di Roma, ci sono il Politecnico di Milano con ben tre discipline nelle prime dieci della classifica, l’Università Bocconi, per business e management, e molte altre che hanno visto una valutazione più che positiva dei parametri indicati per stilare la classifica più considerata al mondo. Le città italiane con più università nei vertici della classifica sono: Milano, Roma e Pisa. L’impegno nella ricerca a vari livelli, con un occhio attento alle sfide della globalizzazione, ha senz’altro premiato i nostri atenei. Secondo il terzo rapporto biennale ANVUR…

La Grecia: luci in fondo al tunnel

Nel cuore dell’Europa, la Grecia combatte ormai da anni la sua drammatica battaglia contro la crisi economica che dal 2008 ha investito il “Vecchio Continente”. Per anni politiche economiche a dir poco “espansive” hanno gonfiato un debito pubblico esplosivo di 295 miliardi di euro, il 180% del PIL.

Cristina Palumbo

Lavoro in tempo di crisi

I dati parlano chiaro. Il tasso di disoccupazione in Italia, in tempo di crisi, è bene ribadirlo, è andato progressivamente aumentando: 8,4% nel 2010; 8.4% nel 2011; 10,6% nel 2012; 11,9% nel 2013. Dal punto di vista qualitativo la composizione dell’occupazione è cambiata. Si riducono gli artigiani, gli operai specializzati e i professionisti qualificati. Crescono  i lavoratori stranieri e i Neet (ne studenti, ne lavoratori) presenti sul territorio nazionale sono  in numero maggiore rispetto agli altri paesi europei. Ad ottobre 2013 è stato rilevato che in meno di tre anni più di 60 mila giovani imprenditori del commercio e del turismo hanno perso l’attività,  anche se 4 su 10 ci credono ancora…

Lombardia in testa nell’attrazione degli investimenti

L’Italia “a due corsie” è sempre più una realtà. A ricordarcelo è una recente indagine della Siemens-Ambrosetti secondo cui il nostro paese arranca nella capacità di attrarre investimenti dall’estero. Tra il 1996 ed il 2001 l’Italia ha ottenuto investimenti diretti sul suo territorio per una percentuale pari allo 0,5% del Pil, a differenza del 2’,6% della Francia, del 2,7% della Germania e del 5% della Gran Bretagna. Inoltre il divario tra Nord e Sud è sempre più evidente: la Lombardia è la prima nella classifica delle regioni che rappresentano un’attrattiva per gli investitori stranieri (2,20% di investimenti diretti rispetto al Pil), seguita dal Piemonte (1,17%)e dal Veneto(0,99%). Il centro ed il sud,…

Marco Biagi è vivo

Quando un corpo si accascia davanti al portone di casa, alle venti e trenta di un giorno speciale, bersaglio di pallottole vigliacche e assassine, il tempo si ferma. L’uomo in pigiama davanti alla tv, pensa. La signora, alle prese con la tavola da imbandire, si ferma e pensa. Pensa anche lo sgangherato teen con le cuffie in testa. Le scosta, ascolta e pensa. E il giorno dopo il portiere pensa e parla con l’inquilino, il giornalaio pensa e parla con il cliente, i clienti; l’insegnante parla con i colleghi, con gli studenti. Gli studenti disegnano o studiano la storia delle pallottole assassine e degli eroi accasciati e pensano…Il giorno dopo i giornalisti…

Palermo: città della cultura 2018

Palermo ha origini antichissime. Esisteva già al tempo dei fenici (VII sec. a. C.), successivamente è stata conquistata dai romani e in seguito dagli arabi nel IX sec. d. C. L’influsso della cultura araba è evidente, sia in alcune espressioni linguistiche ancora in uso, sia in ambito culinario; pensiamo alla cassata, ai cannoli, agli arancini, al cous cous e ad altre specialità della cucina siciliana molto simile a quella islamica. Molti quartieri della città hanno origine in questo periodo, come il centro storico (il Cassaro da Al Quasr, il castello) e quello che si affaccia sul mare, la Kalsa, dove aveva dimora l’emiro. Nel 1072 il conte normanno Ruggero occupa la città…

Page 4 of 5«12345»