L’Italia è in salute

L’Italia è in salute. Lo dice l’Istat e lo dice anche l’Eurostat. Il PIL del primo trimestre del 2024 nel nostro Paese è aumentato (+ 0,3%) rispetto al trimestre precedente. Quello della Francia ha registrato un +0,2% così come quello della Germania. Secondo le stime provvisorie di Eurostat il PIL pro-capite italiano è cresciuto del 4,9% rispetto ai livelli prepandemici (2019). La situazione non è stata la stessa per la Francia che registra un +0,1%, per la Spagna (+0,1%) e per la Germania che addirittura perde terreno (-0,1%). Nonostante la guerra russo-ucraina, la crisi mediorientale, la continua alzata dei tassi da parte della BCE, tutti fattori che non contribuiscono sicuramente alla crescita,…

Presentazione del libro : “La società dei talenti”

INVITO Saremmo felici di avervi con noi il prossimo 10 aprile, alle h.18, nella sede della Associazione Civita a Roma, Piazza Venezia 11, dove sarà presentato il libro “La società dei Talenti” di Cristina Palumbo Crocco edito da Rubbettino. INTERVERRANNO Mauro Antonelli (capo segreteria tecnica del Ministero Istruzione e Merito) Prof. Giuseppe Roma (sociologo) don Rafael Bejarano (Opere Sociali Don Bosco) Luciano De Propris (Elis, responsabile area innovazione) Sarà presente l’autrice Moderatrice : ing. Adriana Elena Saranno presenti in sala anche protagonisti di storie speciali di valorizzazione dei talenti. Attendiamo conferma della vostra partecipazione. RSVP : crocco.d@libero.it La società dei talenti pone l’accento sull’importanza, per ogni persona, di sviluppare le proprie potenzialità…

La società dei talenti – il nuovo libro di Cristina

La società dei talenti pone l’accento sull’importanza, per ogni persona, di sviluppare le proprie potenzialità nel contesto in cui vive. Si parla spesso di realizzazione professionale e di felicità facendo riferimento al successo. Non sempre, però, questo porta alla soddisfazione interiore per i risultati conseguiti. Occorre conoscersi profondamente per potersi realizzare al meglio. Nell’antichità, si distingueva tra lavori intellettuali e lavori manuali, questi ultimi designati ai soli schiavi. Ancora oggi questa mentalità porta molte persone a non esprimere i propri talenti per il timore di non essere accettati socialmente. Questo libro approfondisce quelle situazioni che provocano disagio nelle scelte fondamentali della vita. Analizza le nuove professionalità e guarda al futuro con fiducia…

Incrocio tra domanda e offerta di lavoro

Perdere il lavoro improvvisamente o non riuscire a trovarlo dopo anni di studio e formazione, rappresenta uno dei momenti più angoscianti della vita di una persona. La disoccupazione è uno dei problemi sociali più sentiti da sempre. Non riuscire a sostenersi o vedere costantemente mortificate le proprie legittime aspettative può portare a situazioni di grave frustrazione, con danni alla salute che non si possono sottovalutare. La disoccupazione rappresenta, dunque, un problema che la politica cerca di risolvere, da quando esistono le organizzazioni sociali, attraverso determinate scelte. Storicamente ricordiamo le tragiche guerre di conquista che avevano anche lo scopo di impiegare la forza lavoro in esubero nel proprio territorio. In seguito gli Stati…

Gli investimenti infrastrutturali in Italia, una forte spinta per la crescita

Secondo un recente rapporto Mc Kinsey, nel periodo 2022-2027, si avrà circa un raddoppio della media annuale di investimenti in infrastrutture in Italia. Da una media storica annuale di circa sei miliardi di euro si passerebbe a circa 13 miliardi. Si è calcolato che per un miliardo di investimento nel settore costruzioni, ad esempio, si possono realizzare circa 16 mila posti di lavoro ogni anno. 14 mila solo nel settore ingegneristico. In soli sei anni l’impatto atteso sarebbe, quindi, di circa 140 mila posti di lavoro. Gli interventi previsti recentemente dal Mims nel Def ammontano a 298,5 miliardi di euro. Le opere considerate prioritarie in Italia riguardano innanzi tutto il settore della…

La guerra e la de-escalation

Nel DNA di noi italiani il concetto di “pace” dovrebbe essere la cifra principale dopo le esperienze estreme delle due guerre mondiali che hanno tragicamente segnato la storia del secolo scorso ed in particolare il nostro Paese. L’ “idea” della “guerra” è ben diversa dall’esperienza che del conflitto armato fanno i paesi coinvolti. Concettualizzare, scandalizzarsi per gli orrori ovvi che partoriscono tutte le guerre, cercare di capire chi ha iniziato l’orrore, chi ha subito per primo la violenza può essere un importante esercizio intellettuale che può avere una finalità nobile o una sciagurata caduta nel vuoto, sterile e pericolosa per tutti. La storia insegna, ci siamo detti tante volte. L’olocausto, l’orrore, la…

ISRAELE: paese leader nella lotta al virus

Israele, un Paese di quasi 9 milioni di abitanti, ha intrapreso una guerra senza misura al virus pandemico Covid19. Il governo di Netanyahu, una volta considerata la gravità della situazione a livello mondiale, non ha perso tempo e ha contattato direttamente l’azienda produttrice del vaccino Pfizer, acquistando milioni di dosi. La logistica e un’organizzazione sanitaria completamente digitalizzata hanno fatto il resto. Allo stato attuale più della metà dei cittadini ha ricevuto la prima dose del vaccino. Il 46% della popolazione addirittura la seconda. Il 17 marzo scorso, in 24 ore si sono ammalate di Covid 1472 persone e il tasso di positività è sceso dal 10,5 % di gennaio al 2,1% attuale….