Challenge, sfide mortali. Il potere della stupidità

Essere genitori oggi credo sia l’esperienza più bella e nello stesso tempo più difficile in assoluto. Le nuove generazioni, dai millenials alle Z, hanno in comune l’uso pervasivo delle tecnologie declinate in ogni campo della propria vita. Lungi da demonizzare il progresso quando questo è al servizio dell’uomo, ci sono storture evidenti della cosiddetta evoluzione scientifica che va analizzata. La società in gran parte si è orientata, grazie ai social di uso comune, alla sovraesposizione della propria immagine. Spesso si cerca il consenso ad ogni costo. Anche utilizzando le sfide mortali, pur di essere “protagonisti” on line. Il valore della vita propria e altrui, in questi casi, risulta evanescente, comunque secondario rispetto…

L’Italia e la questione gas

Nel 2020 l’Italia ha avuto bisogno di 70 miliardi di metri cubi di gas naturale. Gas significa anche energia elettrica e una crisi di questo settore significa senz’altro un aumento immediato dei costi di produzione per l’imprenditoria e di super bollette per le famiglie. Nel periodo settembre-dicembre 2021 i prezzi dei prodotti energetici del mercato all’ingrosso sono quasi raddoppiati. Allo stesso tempo sono saliti alle stelle i prezzi dei permessi di emissione di CO2. La transizione ecologica è sicuramente una strada obbligata per la salute del pianeta e di chi ci abita. E’ il sogno che sta per divenire realtà. Reale è, però, anche la capacità di guidare la macchina del cambiamento…

Ottobre 2021: il punto sulla pandemia da coronavirus in Italia

Dall’inizio della pandemia in Italia ci sono stati 132 mila morti da coronavirus. Le regioni più colpite sono state la Lombardia, con 34.144 vittime, l’Emilia Romagna (13.554), il Veneto (11815) e il Lazio (8755). Le prime dieci regioni italiane per numero di contagiati dal virus pandemico sono nell’ordine: Lombardia, Veneto, Campania, Emilia Romagna, Lazio, Piemonte, Sicilia, Toscana, Puglia, Friuli Venezia Giulia e Marche. In totale su 4.743.720 contagiati i dimessi/guariti ad oggi sono stati 4.537.210. Attualmente l’Italia è uno dei paesi al mondo con più vaccinati nella sua popolazione. Se cerchiamo di fare ordine fra le varie regioni circa il tasso di letalità dovuta al Covid (cioè la percentuale di deceduti rispetto…

Giorgio Parisi vince il Nobel per la fisica

Il 5 ottobre 2021 lo scienziato italiano Giorgio Parisi vince il premio Nobel per la fisica insieme a due metereologi, il tedesco Hasselmann e il giapponese Syukuro Manabe. Il premio Nobel arriva al nostro fisico dopo una vita spesa per la ricerca scientifica e per l’insegnamento. La motivazione del prestigiosissimo premio riguarda “la scoperta dell’interazione tra disordine e fluttuazioni nei sistemi fisici dalla scala atomica a quella planetaria”. Parisi è romano di nascita. E’ stato ricercatore dell’Istituto nazionale di fisica nucleare e professore presso l’Università La Sapienza di Roma. Presidente dal 2018 al 2021 dell’Accademia dei Lincei, è associato alla National Academy of Sciences degli USA. Il suo maestro è stato Nicola…

ISRAELE: paese leader nella lotta al virus

Israele, un Paese di quasi 9 milioni di abitanti, ha intrapreso una guerra senza misura al virus pandemico Covid19. Il governo di Netanyahu, una volta considerata la gravità della situazione a livello mondiale, non ha perso tempo e ha contattato direttamente l’azienda produttrice del vaccino Pfizer, acquistando milioni di dosi. La logistica e un’organizzazione sanitaria completamente digitalizzata hanno fatto il resto. Allo stato attuale più della metà dei cittadini ha ricevuto la prima dose del vaccino. Il 46% della popolazione addirittura la seconda. Il 17 marzo scorso, in 24 ore si sono ammalate di Covid 1472 persone e il tasso di positività è sceso dal 10,5 % di gennaio al 2,1% attuale….

Lockdown: l’uomo e la libertà perduta e agognata

Prima era diverso, per tutti noi. Prima dei lockdown, prima della cattività dell’uomo conosciuta in tutto il pianeta, “tutto”era diverso. La libertà fisica con tutta la sua preziosa essenza era preclusa solo ai carcerati, ai prigionieri. “Nemmeno in guerra, abbiamo provato tanto smarrimento e paura” si sente ripetere spesso dagli anziani. In guerra, infatti, il nemico è visibile, è crudele, ha il potere di distruggerti fisicamente, psicologicamente, ma i tuoi sensi sono capaci di affrontarlo. I tuoi occhi vedono la divisa nemica, in qualche modo sei capace di improntare una difesa. Sai che un giorno avrà fine. Che gli uomini si danno un tempo per farsi del male (la follia e l’irragionevolezza)…

L’Italia e l’Europa ad un anno dalla pandemia

In Italia sono quasi 100 mila le vittime causate in un solo anno dalla malattia infausta del Covid19. Il mondo intero è stato investito da una pandemia aggressiva che oltre alle numerosissime vittime ha causato un forte cambiamento nelle abitudini di vita di ognuno di noi. Psicologicamente le popolazioni hanno sofferto moltissimo e a dimostrarlo c’è il dato dell’ aumento generalizzato di vendite di ansiolitici rispetto al 2019. La paura e l’incertezza sul futuro sono i sentimenti con cui ci si è dovuti misurare, giorno dopo giorno, mese dopo mese da un anno a questa parte. Le “chiusure” per evitare la trasmissione del virus, hanno comportato inevitabilmente un forte impatto anche sull’economia…

L’immunità al Coronavirus ed alle sue varianti

Ai primi di gennaio i dati dei contagiati da Covid19 nel mondo sono quasi 90 milioni, i morti invece sono quasi 2 milioni. (dati OMS). In Europa, dall’inizio della pandemia, su 26.675.456 casi di ammalati in totale, circa la metà sono guariti (quasi 14 milioni ). In genere, sui media, si mettono in evidenza soprattutto e a ragione i morti che nel Vecchio Continente hanno raggiunto la significativa cifra di quasi 600 mila persone. I malati di covid19, lo sappiamo, possono essere asintomatici, ma trasmettitori inconsapevoli del virus. I pazienti con sintomi, in molti casi simili a quelli influenzali vengono trattati con farmaci, nelle abitazioni oppure, nei casi più gravi nelle strutture…

Siti italiani dell’UNESCO: Villa Adriana

La residenza per un imperatore ha sempre significato simbolicamente il segno del proprio potere ed opulenza. A questa logica non sfugge l’imperatore romano Adriano che nel 117 d.C. fa costruire un’imponente Villa, su 120 ettari di territorio, a circa 30 Km da Roma (oggi Tivoli). La dimora imperiale, dotata di aree abitative, teatri, piscine termali, biblioteche, caserma dei vigili, arena dei gladiatori, sala dei filosofi, templi, percorsi sotterranei, giardini e terrazze, è una miscela di esperimenti architettonici innovativi, a cui ha partecipato lo stesso Augusto. I marmi colorati (opus sectile) con cui sono composte le pavimentazioni e le pareti, specie della zona abitativa dell’Imperatore, provengono da luoghi evocativi del Mediterraneo. Ovunque è…

Page 1 of 3123»